Diminuisci la dimensione del carattere Aumenta la dimensione del carattere    Ripristina la dimensione del carattere

SAVe

Support Asylum and Vulnerabilities through e-health

SAVe

SAVe© è un software sviluppato dall’INMP nel 2019, sull’esperienza del Sistema Informativo Sanitario realizzato nell’ambito del progetto europeo CARE.

Lo scopo di SAVE è consentire alle strutture del Servizio Sanitario Nazionale e agli operatori del sistema di accoglienza rivolto a Migranti e Rifugiati, di prendersi cura della salute di tutti i migranti, inclusi coloro che non sono iscritti al Servizio Sanitario Nazionale.   

SAVe è stato progettato per supportare i professionisti (tra cui medici, psicologi e assistenti sociali) sia nella valutazione iniziale dello stato di salute della popolazione migrante (dal momento dell’arrivo o immediatamente dopo), sia nelle fasi successive del percorso di accoglienza, offrendo agli operatori gli strumenti idonei per identificare precocemente sia le comuni condizioni patologiche sia i traumi e le vulnerabilità che necessitino di una presa in carico globale ed integrata. La persona migrante ha, inoltre, la possibilità di salvare su supporto digitale e portare con sé le informazioni del suo stato di salute, per poterne disporre anche in caso di trasferimento in un altro Paese.

SAVe tiene conto, nella sua strutturazione, delle più recenti indicazioni scientifiche e utilizza strumenti validati come il WHO (Five) Well–Being Index, lo strumento dell’European Asylum Support Office per l’identificazione delle persone con bisogni speciali, le “Linee guida sui controlli alla frontiera/la frontiera dei controlli” e il “Protocollo per l’accertamento dell'età anagrafica dei Minori Stranieri Non Accompagnati”, entrambi sviluppati con il contributo dell’INMP.  

SAVe è disponibile sia in versione web che installabile sul pc, i dati sono trattati secondo quanto previsto dal Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali (GDPR) e quindi sono gestiti in sicurezza. L’utilizzo nel sistema del Codice Univoco Identificativo (CUI) del migrante consente l’interoperabilità di SAVe con il Fascicolo Sanitario Elettronico nazionale.

Attualmente, il software è utilizzato dalle Aziende Sanitarie Locali (ASL) delle regioni Emilia Romagna, Lazio, Toscana e Sicilia (in cui sono presenti, nel loro Sistema di accoglienza, oltre 28 mila migranti) e sarà prossimamente esteso agli altri territori regionali così come agli hotspot e ai centri di prima accoglienza che dipendono dal Ministero dell’Interno. 

Per maggiori informazioni, contattare:
Tel.: 06 58558262
e-mail: SAVe

Accedi a SAVe