Diminuisci la dimensione del carattere Aumenta la dimensione del carattere    Ripristina la dimensione del carattere

Covid-19 - Zona rossa

Coronavirus - Zona rossa

Regole valide nelle regioni collocate in ZONA ROSSA

Nelle zone rosse sono previste importanti limitazioni agli spostamenti a diverse attività economiche e sociali. Lo svolgimento delle attività che restano consentite deve avvenire nel rispetto delle limitazioni agli spostamenti.

  1. Spostamenti
  2. Accesso a parchi e giardini
  3. Attività motoria e sportiva
  4. Luoghi di culto e funzioni religiose
  5. Scuola e università
  6. Bar e ristoranti
  7. Attività commerciali
  8. Servizi alla persona
  9. Cinema e teatri, altre attività aggregative o culturali, feste private
  10. Come comportarsi nelle strutture sanitarie e a residenze socio-sanitarie

1. Spostamenti

È vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dalle zone rosse, così come ogni spostamento al loro interno, salvo quando tali spostamenti siano motivati da:

  • comprovate esigenze lavorative;
  • situazioni di necessità;
  • motivi di salute.

Sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari per assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei casi in cui questa è prevista.

È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

È altresì consentito il transito nelle zone rosse qualora sia necessario per raggiungere le zone gialle e arancioni o comunque qualora sia necessario per effettuare spostamenti comunque consentiti.

2. Attività ludica e ricreativa di bambini e ragazzi

Salvo limitazioni a livello locale, l’accesso a parchi, ville e giardini pubblici è consentito. Ricorda le seguenti regole:

  • i bambini al di sotto dei 14 anni devono essere obbligatoriamente accompagnati da un adulto che li sorvegli;
  • sono vietati gli assembramenti e deve essere sempre rispettata la distanza di un metro dalle altre persone;
  • i minori e gli accompagnatori devono indossare la mascherina. Possono restare senza mascherina solo i bambini sotto i 6 anni.

3. Attività motoria e sportiva

L’attività motoria (es. passeggiate) è consentita in prossimità della propria abitazione, sempre con l’obbligo di indossare la mascherina e di restare distanti dalle altre persone almeno un metro.

Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri benessere e centri termali (salvo che per le cure termali che rientrano tra le prestazioni sanitarie).

L’attività sportiva è consentita solo in forma individuale e all’aperto. Negli altri casi le attività sportive sono sospese.

Mentre fai sport puoi non indossare la mascherina, ma devi rispettare una distanza dalle altre persone di almeno due metri.

Nei momenti di pausa dall’attività sportiva, la mascherina va sempre indossata.

Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici.

4. Luoghi di culto e funzioni religiose

Puoi recarti nei luoghi di culto, sempre evitando assembramenti e rispettando la distanza dalle altre persone di almeno un metro. Le funzioni religiose sono permesse secondo specifiche regole stabilite.

5. Scuola e università

  • Le attività dei servizi educativi e l'attività didattica delle scuole di ogni ordine e grado sono riprese e proseguiranno secondo i rispettivi calendari. Eventuali casi e focolai di Coronavirus saranno gestiti in base ad apposite indicazioni operative elaborate dall’Istituto Superiore di Sanità.
  • Nella scuola dell’infanzia, nella scuola primaria e nel primo anno della “scuola media”, l’attività scolastica continua a svolgersi in presenza.
  • Nel secondo e terzo anno della “scuola media” e della “scuola superiore”, invece, la didattica si svolge a distanza. In queste scuole, resta possibile lo svolgimento della didattica in presenza nel caso sia necessario l’uso di laboratori oppure per garantire l’inclusione degli studenti disabili.
  • Sono sospesi i viaggi d'istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche programmate.
  • Nelle università le attività didattiche e curriculari sono svolte a distanza.

6. Bar e ristoranti

Le attività bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie sono sospese, tranne che per il servizio:

  • con asporto, che resta consentito dalle ore 5 alle ore 22, con divieto di consumazione sul posto o nelle vicinanze del locale;
  • con consegna a domicilio, che resta consentito senza limiti di orario.

Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti.

7. Attività commerciali

(Ferme le limitazioni degli spostamenti, valgono le stesse regole delle zone gialle)

Le attività commerciali al dettaglio sono sospese, tranne che le seguenti attività di vendita di generi alimentari o di prima necessità (anche all’interno di centri commerciali):

  • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari)
  • Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
  • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le  telecomunicazioni,  elettronica  di consumo audio e video, elettrodomestici
  • Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati  (codici ateco: 47.2), ivi inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione
  • Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
  • Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
  • Commercio al dettaglio di macchine, attrezzature e prodotti per l'agricoltura e per il giardinaggio
  • Commercio al dettaglio di articoli per l'illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
  • Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio
  • Commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati
  • Commercio al dettaglio di biancheria personale
  • Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati
  • Commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori
  • Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)
  • Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti
  • Commercio al dettaglio di  animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
  • Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico  e  per riscaldamento
  • Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
  • Commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali
  • Commercio al dettaglio ambulante di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici 

Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all'interno dei centri commerciali, tranne che le farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole.

Indipendentemente dalla tipologia di attività, sono chiusi i mercati, salvo che per la vendita di soli generi alimentari.

In ogni caso, restano sempre aperti tabaccai, edicole, farmacie e parafarmacie.

8. Servizi alla persona

Le attività relative ai servizi alla persona sono sospese, tranne le seguenti:

  • Lavanderie
  • Pompe funebri e attività connesse
  • Barbieri e parrucchieri

9. Cinema e teatri, altre attività aggregative o culturali, feste private

a) Teatri, cinema e altre attività ricreative o culturali.

Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico nei teatri, nei cinema e in altri simili spazi, sia al chiuso sia all’aperto.

Sono sospese le attività dei centri ricreativi, centri sociali e centri culturali.

Sono sospese le attività dei musei e degli altri luoghi di cultura.

b) Discoteche e sale da ballo

Restano sospese le attività che si svolgono nelle sale da ballo, nelle discoteche e in locali assimilati, sia all’aperto sia al chiuso.

c) Feste

Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, comprese quelle conseguenti a cerimonie civili o religiose (es. matrimoni).

Nelle abitazioni private non sussiste alcun divieto e tuttavia è fortemente raccomandato di evitare di ricevere persone diverse da quelle conviventi, salvo che per ragioni lavorative o di necessità e urgenza.

d) Sale giochi, sale scommesse, sale bingo

Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò.

e) Fiere, congressi, convegni e riunioni

Sono vietate le sagre e le fiere di ogni genere e altri analoghi eventi.

Sono sospesi i congressi e i convegni in presenza, mentre possono svolgersi quelli organizzati con modalità a distanza.

Nell'ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni.

È fortemente raccomandato svolgere anche le riunioni private in modalità a distanza.

10. Come comportarsi nelle strutture sanitarie e a residenze socio-sanitarie

(Ferme le limitazioni degli spostamenti, valgono le stesse regole delle zone gialle)

  • Se accompagni una persona in pronto soccorso, non puoi trattenerti nelle sale d’attesa, a meno che il personale sanitario non ti dia diverse indicazioni;
  • se vuoi far visita a una persona ospitata presso una struttura per la lungodegenza, una residenza sanitaria assistita (RSA), un hospice, una struttura riabilitativa o una residenza per anziani o persone non autosufficienti, devi sapere che le visite possono essere limitate solo a casi particolari e che ti saranno richiesti particolari accorgimenti (es. mascherine, distanza di sicurezza, limitazione di accesso ad alcune aree della struttura);
  • i colloqui con le persone detenute si svolgono in modalità telefonica o video, con durata anche superiore a quella attualmente prevista. I colloqui personali, a condizione che sia garantita una distanza di due metri, sono autorizzati solo in casi eccezionali. I permessi e la semilibertà sono limitati per evitare l’uscita e il rientro dalle carceri. Sarà valutata la possibilità di detenzione domiciliare.