Diminuisci la dimensione del carattere Aumenta la dimensione del carattere    Ripristina la dimensione del carattere

Pubblicato sulla rivista Epidemiologia & Prevenzione il volume monografico "Lo stato di salute della popolazione immigrata in Italia: evidenze dalle indagini multiscopo ISTAT"

Pubblicato sulla rivista Epidemiologia & Prevenzione il volume monografico "

È stata pubblicata su Epidemiologia & Prevenzione, rivista dell'Associazione Italiana di Epidemiologia, la monografia "Lo stato di salute della popolazione immigrata in Italia: evidenze dalle indagini multiscopo ISTAT" a cura di INMP e ISTAT.

Presentazione del volume
A partire dal 2013 l'INMP ha attivato progetti di osservatorio epidemiologico nazionale sulla salute degli immigrati e sulle disuguaglianze sociali della salute in collaborazione con i centri epidemiologici regionali e gli istituti nazionali coinvolti sui temi di interesse dell’INMP. Tra queste, riveste particolare importanza la collaborazione scientifica con l’Istat, che ha consentito di condurre gli studi presentati in questa monografia, risultato finale di due anni di lavoro intenso e proficuo, e che presenta contributi originali sullo stato di salute della popolazione immigrata in Italia. Questo volume monografico, che costituisce il primo contributo sistematico prodotto in Italia sul tema della salute della popolazione immigrata, presenta un quadro caratterizzato da elementi di interesse originali. Innanzitutto, il noto vantaggio di salute che gli immigrati posseggono al loro arrivo rispetto alla popolazione nativa inizia a mostrare segnali di deterioramento. Tale osservazione viene evidenziata da quasi tutti i risultati presentati nella monografia, a partire dallo stato di salute percepito fisico e mentale, anche a causa dei fenomeni di discriminazione subiti, e dalla tendenza al sovrappeso. Questi importanti risultati costituiscono una sfida per il servizio sanitario, che deve essere in grado di spostare l’attenzione dal tradizionale focus sulle malattie infettive e sulle condizioni acute che eventualmente possono manifestarsi al momento dell’arrivo, ai problemi che caratterizzano una popolazione stabilmente presente, quindi maggiormente esposta ai problemi di salute cronici, ma anche correlati alle diseguaglianze socioeconomiche nella salute. Dall’osservazione dell’andamento della copertura degli screening emerge che laddove il sistema sanitario riesce a fornire un’offerta di assistenza attiva ed efficace per tutta la popolazione residente, italiana e straniera, le diseguaglianze tra i due gruppi si riducono.

Per leggere e scaricare il volume monografico CLICCA QUI